Giona Peduzzi

Giona Peduzzi

Autore Televisivo per Mediaset, Rai, Sky e Discovery


Giona nasce nel 1980 in provincia di Como e si forma come drammaturgo alla Civica Scuola di Teatro “Paolo Grassi” di Milano e come sceneggiatore negli Stati Uniti alla “New York Film Academy” e alla Scuola di Televisione RTI (Mediaset) a Roma.

Dopo gli studi si dedica principalmente alla scrittura televisiva lavorando a stretto contatto con alcuni dei conduttori più importanti tra cui Maria De Filippi, Carlo Conti, Gerry Scotti, Antonella Clerici, Enrica Bonaccorti, Alvin, Costantino della Gherardesca.

E’ stato tra gli autori di molti programmi televisivi d’intrattenimento tra cui: C’è Posta per te, Italia’s Got Talent, Uomini e Donne, Tu Si Que Vales, Si può fare, Da qui a un anno, Matrimonio a prima vista, The Winner is, Boss in Incognito, Bring The Noise, Portobello, La Corrida, il Festival di Sanremo e tanti altri.

Giona Peduzzi
Dipartimento
CIVICA SCUOLA
DI TEATRO
PAOLO GRASSI
Corso
Drammaturgia
Ultimo anno frequentato
2002
Città
Milano ITALIA
Ricordo la prima volta che, ancora al Liceo, decisi che avrei provato ad entrare alla grandiosa Scuola “Paolo Grassi”. Ero innamorato del teatro e della scrittura e poter studiare in quel luogo per me era un sogno. In classe eravamo solo quattro studenti, otto ore al giorno, per tre anni: non ho mai scritto così tante parole come in quel periodo! Radiodrammi, monologhi, musical, copioni, sceneggiature, melologhi, canzoni, idee, appunti, battute, c’era spazio per qualsiasi forma di scrittura e la scuola incoraggiava a seguire le proprie inclinazioni. Ricordo che l’ultimo anno ebbi l’idea strampalata di scrivere un monologo interattivo da recitare singolarmente al telefono cellulare, che in quegli anni aveva appena imposto la propria dittatura. La scuola appoggiò questa pazzia, l’idea piacque e venne inserita in un Festival della città. Per dieci giorni trasformammo gli uffici della segreteria e della direzione in un centralino dove attori di tutti i corsi chiamavano al telefono chi si prenotava e recitavano loro un monologo telefonico. Avevamo insegnanti preparati, colti, appassionati ma anche professionisti e artisti che venivano a tramandare il proprio mestiere ai futuri colleghi. L’ultimo anno incontrammo anche un autore televisivo, Mauro Carli, che mi chiamò per lavorare con lui l’estate dopo il diploma all’Albero Azzurro, trasmissione RAI per bambini.
Su quei copioni capii che quello era il lavoro che volevo fare per tutta la vita.

Giona Peduzzi